lunedì, settembre 04, 2006

Ristorante Le Robinie di CA' D'Agosto - Montescano (PV)




Provato a Pranzo Venerdì 01 Settembre 2006

!!ATTENZIONE!!
Delle ROBINIE segnalo anche una interessante QUI -> RECENSIONE del Cenone 2006.

E' un periodo in cui ricevo numerose "segnalazioni" , ma mi ha incuriosito quella di un "collega" recensore, che stimo molto e che non poteva "recarsi" personalmente in questa "location" a breve. E così considerato che sono un generoso tendenzialmente votato a questo genere di sacrifici, ho seguito subito la sua preziosa indicazione, e sono andato a provare questo ristorante , aperto da un anno circa, della proprietà di Aldo Coppola (noto hairstylist italiano) con la gestione affidata al Giovane (26 anni) Chef Enrico Bartolini, cresciuto negli ultimi anni presso gli Alajmo delle Calandre .

Arrivando, fra vigne , frutteti, strade e stradine, troverò una vera oasi protetta, una filiera locale ove vengono controllati tutti i prodotti vino , verdure, erbe, carni (fassone, capretti, angus, maiale) .

In Cucina Enrico è coadiuvato dal "secondo" il giovanissimo, Gianluca Mariotto, già di grande disciplina e "mestiere".



Uno scorcio della Sala , con una zona "esterna" per una splendida vista sulla valle.


Mise en place
Elegante e di gran classe.

Menù

Abbiamo due Menù degustazione , uno definito "oltre... pò" e simpaticamente un altro più ricco denominato "un pò ... oltre" , che evidentemente non poteva che rappresentare la mia scelta ;-)

Seguono i dettagli compresa la carta;

Menu Degustazione Oltre ... pò

Cappuccino di caponata con mozzarella, patata soffice all'olio e cannolo croccante di caprino

Grissino bollito con cibreo ai funghi e polvere di salvia

Gran fritto di V / IV con dolce forte di pomodoro napoletano

Fichi settembrini, zenzero candito al miele e spuma di cioccolato bianco

Euro 48.00 €

Menu Degustazione Un pò ... oltre

Manzo crudo al coltello con salsa d'uovo al curry e sorbetto di mandorla

Lumache dorate con porro, porro e pollo

Tortelli farciti con guancia, bieta al naturale , riduzione di pomodoro crudo e aria di cacio

Risotto ai finferli, timo e nocciole pestate

Coscia d'oca croccante con fegato grasso e patate ai grani di senape

Cremoso di cioccolato Sao tomè , yogurt soffiato, banana e zucchero di canna

Euro 68.00 €

La Carta

Antipasti
Cappuccino di caponata con mozzarella, patata soffice all'olio e cannolo croccante di caprino
euro 16
Manzo crudo al coltello con salsa d'uovo al curry e sorbetto di mandorla
euro 16
Tonno rosso speziato mezzo-cotto, granita di more, peperoncino farcito con tonno all'olio delicato e capperi
euro 16
Lumache dorate con porro, porro e pollo
euro 16
Barattolino di fegato grasso marinato al cognac , frullato di prugna rossa e gelato al gorgorzola
euro 20
Selezione di salumi
euro 14

Primi

Grissino bollito con cibreo ai funghi e polvere di salvia
euro 14
Fagiolo, Fagiolo zuppetta di orzo, borlotti, manzo, bonarda e birra
euro 14
Risotto ai finferli, timo e nocciole pestate
euro 14
Tortelli farciti con guancia, bieta al naturale , riduzione di pomodoro crudo e aria di cacio
euro 14
Spaghetto freddo con cavolfiore, capperi e caviale beluga
euro 40

Secondi

Carre d'agnello in crosta morbida all'anice con ortaggi "al dente"
euro 28
Gran fritto di V / IV con dolce forte di pomodoro napoletano
euro 24
Coscia d'oca croccante con fegato grasso e patate ai grani di senape
euro 24
Bistecca con patata al cartoccio e insalatina aromatica
(consigliata per due o più persone)
euro 6 ogni etto
Maialino da latte "alla diavola" con olive taggiasche e porcini saltati
euro 28

Su ordinazione il capretto.

Formaggi dal Carrello

Dessert

Biscotto friabile alla lavanda, pesca e gianduja
euro 8
Fichi settembrini e zenzero candito al miele con spuma di cioccolato bianco
euro 8
Crema profumata al marsala vergine bruciata con sorbetto ai mirtilli
euro 8
Cocco, ananas e ciocco-colato
euro 8
Acidità , sorbetti e dettaglio
Cremoso di cioccolato Sao Tomè con yogurt soffiato, banana, e zucchero di canna
euro 8

Carta dei vini;
Chiaramente in crescita.. ma già interessante.
Ci troviamo i vini prodotti dalla stessa azienda, come pinot nero, bonarda, barbera , pinot nero vinificato in bianco , tutti ottenuti da coltivazioni biologiche.
(15,5/20)



Un altra foto della sala.


Abbinamento Vini; (scelgo di farmi accompagnare al bicchiere)


In Sala servizio Vini gestito con mestiere e "classe" dalla giovane Sommelier Sabrina Nuzzo.

Un aperitivo con il loro Pinot Nero 2003 vinificato in bianco
Ma che buon prodotto, un colore tendente al rosato molto intrigante, un pronta beva decisamente stimolante.

Eisacktaler Sylvaner 2005
Colore giallo verdino. Profumi fruttati e di fieno appena seccato.
Corpo importante , dall'ottima struttura.

Sauvignon 2005 Waldgries
Fermentazione in vasca inox , parzialmente in barrique.
Profumo floreale, ribes e fiori di sambuca.
Un bel prodotto fresco e aromatico.

Contadino 3 Frank Cornelissen (Etna Sicilia)
Rosso del Contadino. Un assemblaggio di varie uve locali, bianche e nere, di varie contrade. Un vino semplice, con alta bevibilità che viene prodotto con la filosofia dell’assenza di additivi e interventi.


Pinot Nero 03 Oltrepò Pavese (loro prodotto)
Un ottimo Pinot Nero in grande evoluzione.

L'aldone Bonarda (loro prodotto)
Ma che gran vino, e io che mi "snobbo" da sempre Bonarda e Gutturnio.. evidentemente come spesso in questi viaggi mi capita... mi devo ricredere.
Davvero un prodotto gradevole.


Birra Olmaia BK Birrifico Olmaia Chianciano Terme (SI)
La scura ispirata alla tradizione irlandese, amara , dal gusto tostato.
Dalla Val d'Orcia, naturale, non pastorizzata, non filtrata e senza conservanti , insomma se vi viene in mente una Guinness , che io considero "imbevibile" , bene, con questa vi si "riapre" un mondo.


Non vi viene sete solo a vedere il bicchiere ? ;-)


Passito 2001 (anche questo prodotto da loro)
Il vino che deve ancora crescere, giovane e ancora privo di personalità.

Gran Finale... prima di uscire Enrico per il Buon Viaggio mi stappa...

Sialis 2003 di Terpin (Pinot grigio macerato 8 giorni sulle bucce)
Colore corallino brillante , profumi in grande evoluzione! Inizialmente intensi di mele cotte e miele e note in chiusura eleganti di pepe bianco. Gran prodotto.



Una foto del Bar con la splendida "Berkel" in primo piano.


Pane
Pane Bianco e pane integrale, oltre a focaccia olive e rosmarino.
Varie tipologie di crackers.

Si parte!


Gazpacho Pomodoro e Baccalà
Fresco e interessante, discreta apertura del palato.
(14/20)


Manzo crudo al coltello con salsa d'uovo al curry e sorbetto di mandorla
Ma che buona quella salsa, grandi contrasti di sapori , un piatto che invoglia una degustazione "temporizzata" fatta di continui assemblaggi degli ingredienti con l'uso di cucchiaio e forchetta.
(15,5/20)


Lumache dorate con porro, porro e pollo
Altro piatto intrigante , gustose le lumache e grande chiusura con la "tazza" porro e pollo
davvero ad alto "gradimento"
(15,5/20)


Tortelli farciti con guancia , bieta al naturale, riduzione di pomodoro crudo e aria di cacio
Temperature e consistenze perfette, grandi materie prime.
(16/20)

Risotto ai finferli , timo e nocciole pestate
Discreto e piacevole, la "porzione" per il menù degustazione perfetta! La foto può ingannare il riso infatti è in piano..sul piatto, quella che vedete è tutta la porzione.
(15,5/20)


Risotto Foto Dettaglio

Coscia d' oca croccante con fegato grasso e patate ai grani di senape
Gran gusto , piacevole la "torre" di patate.
(15,5/20)

Foto Dettaglio Piatto Coscia D'Oca

Funghi Porcini
Primo fuori programma ... ma che bella sorpresa! Davvero ottimi!


Maialino da latte "alla diavola" (assaggio fuori programma)
Ottima esecuzione , discreto assemblaggio
(15/20)


Gran fritto di V / IV con dolce forte di pomodoro napoletano (assaggio fuori programma)
Caspita quel Ketchup fatto da Enrico rischia di mortificare tutto , assolutamente fantastico, se vi registrate il palato li sopra, ogni altro ketchup... è "inqualificabile" il resto dell'assaggio di questo piatto "tattile" e di tutto gusto , altrettanto interessante.
(16,5/20)


Acqua ... per sciacquarsi le mani arriva ad accompagnare il Gran Fritto, Enrico mi confessa che in qualche occasione è stata bevuta..
forse colpa degli "orpelli" inseriti per profumarla che incuriosiscono... certo ... tutta colpa di queste pazze mode e dei "RistoGiappo" & China... dove , per evitare "figuracce" viene "assorbito" dal "degustatore" ogni elemento, e quindi il "neofita" rischia di cadere in qualche "trappola". Occhio che volutamente Enrico la serve bollente! ;-)



Formaggi (carrello)
Bell' assortimento , segnalo un asiago bello stagionato, un erborinato di capra, un misto capra mucca, un malghesino piccolo, un pecorino delle crete senesi, due della val taleggio uno stracchino e una toma entrambi stagionati, e una serie di caprini dell'azienda agricola Il Boscasso, quindi avremo croste lavate e croste fiorite, uno imita il taleggio un po Camembert ma molto sapido, tronchetto al carbone, tomino naturale, robiole (noce, pepe verde).
(15,5/20)

Formaggi mie scelte
Gorgonzola naturale e dolce (di Croce) (in foto ultimi due a destra) etc ? gli altri.. indovinate voi ?!


Cremoso di cioccolato Sao tomè , yogurt soffiato, banana e zucchero di canna
Dessert discreto e di "livello" , fantastico lo Yogurt in abbinamento.
(16/20)



Caffè
Quello vero! niente "coccole" però ... (piccola pasticceria) peccato ;-)
(16/20)


Dimenticavo ...
Santa Ana Pedro Ximenez 1861 Emilio Hidalgo - Jerez
un ottimo Sherry per concludere e accompagnare il Dessert.

Il Conto;

Menù un pò ... oltre 68€
Acqua 3€
Degustazione Vini 29€ (tutte bottiglie stappate e fatte assaggiare)

Totale 100€



Note Positive;
Ottima selezione di materie prime, impegno e professionalità.
Talento e passione vere per lo Chef Enrico Bartolini, che spende 20 ore ogni giorno per sviluppare il progetto (4 ore per dormire lasciamogliele).
Un rapporto qualità prezzo eccezionale!
Un grosso plauso per voler aprire alle Birre il "tempio" dell'alta cucina...
A questo punto Enrico perchè non pensare ad una vera e propria carta delle birre, come al Piccolo Lago , dove è presente da qualche Settimana affiancando quella dei vini.
Carta realizzata a cura del grande Sommelier e Patron Carlo (selezione su 120 microbirrifici italiani) per un nuovo mondo tutto da scoprire, in particolare per chi non ha una "limitata" visione "enocentrica" del bere bene.

Note Negative; Dettagli
Niente da segnalare, a parte questa "assenza" della piccola pasticceria, che denota " Le Calandre" ;-)
Posso comprendere che a taluni Chef "innovatori" questo "passaggio" finale può sembrare "pesante" e retrò ... ma garantisco che per la categoria dei golosi alla quale appartengo , uscire con un ultimo vizio , un ultima coccola, certamente interpretata allo stesso "livello" con estro e creatività dallo Chef Patissier di turno , può rappresentare un piacevole ricordo.

Per il resto, ho osservato una attenzione davvero maniacale per ogni piccolo dettaglio , come è giusto che sia quando ci si rivolge ad una clientela esigente ed attenta, ma soprattutto quando si vuole e si può fare la differenza.

Conclusioni;
Davvero complimenti ad Enrico Bartolini, intravedo un percorso di grandi riconoscimenti, certo forza e coraggio! Avanti così!




Altissimo Ceto! Per Enrico Bartolini e tutto il suo giovane gruppo di talenti in sala e in cucina!

Congratulazioni altresì al Gourmet Aldo Coppola per aver dato fiducia a questo talento emergente!


Le Robinie di Ca' D'Agosto
Località Ca' D'Agosto
27040 Montescano (PV)
Per info e prenotazioni Tel. 0385.241529
(Nella stessa struttura disponibile un Bed&Breakfast, per un weekend Gourmet di assoluto relax)

Etichette: , ,

16 Commenti:

At 4:50 PM, Blogger Max-QM said...

"Sialis 2003 di Terpin"
Sono contento che ti sia piaciuto, veramente un grandissimo vino, qui una foto giusto per far capire il colore del vino, molto particolare:
http://www.quintomiglio.com/images/2006/060421_amicivini/4.jpg

 
At 8:13 PM, Anonymous Anonimo said...

Enrico è un genio ! da lui ci vado ogni volta che posso !!

 
At 12:05 PM, Anonymous Anonimo said...

davvero super, l'ho scoperto di recente e già non vedo l'ora di tornarci. Enrico a stoffa ed è davvero abile nella selezione e l'abbinamento dei vini
Stefano

 
At 9:35 AM, Anonymous Anonimo said...

L'ho scoperto venerdì sera ( 16/02/07) ed ho pensato che questo era il primo ristorante in cui si degusta, non si mangia soltanto.
I piatti dello chef sono composti da due parti, la prima è del profumo, la seconda del sapore. Bisogna avvicinarsi al cibo con deferenza mistica e solo così si potrà apprezzare fino in fondo l'arte che Enrico Bertolini ha creato.

 
At 3:49 PM, Anonymous Anonimo said...

'Testato' volutamente in un giorno difficile- domenica di Pasqua 8 aprile 2007- con oltre 50 coperti a pranzo, sono uscito dalle Robinie con l'impressione di aver scoperto uno chef non solo di enorme talento e sicuro avvenire, ma anche di un giovane dal metodo, dalla serenità e dal 'polso' sorprendenti per un under 30. Enrico Bartolini diverrà grande, forse grandissimo, forse eccelso: molto dipende da quella che Benedetto Croce definiva la 'capacità dei giovani di crescere e sviluppare i proprio talenti'. Non parlo di nessun piatto in particolare: l'esperienza sensoriale è straordinaria in tutti gli ambiti del menù, dessert compresi. Formaggi eccellenti, servizio in sala di tono adeguato con una ragazza bionda di appena 22 anni che a modesto avviso del sottoscritto ha un futuro radioso anch'essa. Complimenti a Claudio, i giudizi sono pienamente condivisibili, ancora una volta.
E naturalmente complimenti ad Enrico ed allo staff delle Robinie.
Fabrizio Provera

 
At 6:28 PM, Anonymous Anonimo said...

ahhahaha il provera!!!

Grande!! Fatti vivo, bestiaccia!

Danilo NL

 
At 8:51 AM, Anonymous Anonimo said...

5 Maggio 2007 Sabato sera - Prenoto per 4 alle 21.00. E' la prima volta, quindi non ho alcuna conoscenza del posto, tranne che...si mangia molto molto bene (detto da un paio di amici). Ci ritroviamo catapultati nella sala fumatori, dove un tavolo con 12 fumatori incalliti saturava abbondantemente l'ambiante (gli aspiratori sono stati accesi molto più tardi.) Alla richiesta di avere un tavolo non fumatori, mi è stato risposto che non era possibile in quanto il ristorante completo: "poteva chiedere il tavolo non fumatori alla prenotazione" mi è stato risposto. Ma come facevo io a saperlo? Avrebbero dovuto chiedermelo loro al momento della prenotazioe. Va be', passi il fumo, anche se per 3 su 4 persone che non fumano non è il massimo mangiare in mezzo ad una cortina fumogena. Lo chef viene per la comanda, scegliamo su suo consiglio il menù "un pò...oltre"e ci tiene a precisare che se dovessimo ritenere le porzioni troppo scarse, di farglielo sapere che le avrebbe aumentate. Tutto squisito, ma....le porzioni erano veramente scarse, la carne cruda tagliata al coltello era grande non più di una moneta da 2 euro, la lingua era grande quanto un dado da cucina, il risotto con il gelato di barbabietole era mezzo cucchiaio. A questo punto, visto il precedente invito dello chef, abbiamo chiesto di avere delle porzioni più abbondanti e, magicamente, il grissino con salsa cibreo da uno è diventato 3. L'oca conil foie gras era cm.3 x 2, con sopra un francobollo di foie gras completamente bruciato e nero. Anche il maialino aveva le stesse dimensioni. I dolci erano ridotti ad un cucchiaio di varie creme. Fortunatamente ci siamo rifatti con lo stupendo carrello di formaggi. A questo punto mi fermo. Tutto era comunque squisito, cucinato ottimamente, ma la quantità.... era sabato sera, il ristorante pieno, che forse non aveva cibo per tutti?

 
At 2:46 PM, Anonymous Anonimo said...

Gli errori e l'esperienza insegnano. Di cibo ce n'è per tutti i prenotati, senza dubbio.
La quantità per qualcuno è troppa, per altri è poca. Il timore è di appesantire,pertanto le porzioni di un menu degustazione sono ridotte, ma,di solito, i formaggi con il menu un pò oltre vengono saltati quindi mi viene da pensare che le porzioni siano giuste.
Con questo non voglio giustificare la Sua fame alla fine della cena, anzi l'appettito è un segnale di pulizia del gusto e leggerezza degli ingredienti.La mia degustazione un pò oltre prevede 540 gr di ingredienti crudi e se fossero solo proteine,quindi no grassi e no zuccheri, significherebbero 2160 calorie: il fabbisogno di un individuo medio al giorno...
A me succede dopo la degustazione da noti colleghi di mangiare ancora un secondo o un dessert. Lo vivo con buona fede e spero che sia così anche da parte Sua, gentile cliente.
Enrico Bartolini

 
At 4:41 PM, Anonymous Anonimo said...

e rimanendo sulla buona fede...
Gianni Frasi mi insegna che qualora ci si permette di domandare del denaro in cambio di una pietanza,come il caffè del resto, essa deve essere saggiamente preparata. Dall'altra parte il cliente ha il diritto di rifiutare La Pietanza se non fosse ben preparata o addirittura "Bruciata e nera".
Non crede signore di avere esagerato scrivendo dopo e non comunicandomi prima le Sue perplessità?Mi permette di avere il dubbio che il mio fegato grasso non fosse bruciato?
E' difficile comunicare via internet, mi ha anche stretto la mano quando è partito...e io le ho detto che se fosse rimasto ci saremmo fatti insieme un piatto...non stavo mica scherzando.Ora vado a concentrarmi per gli ospiti di questa sera;-)

Felice passeggiata golosa,

Enrico

P.s. ...ma mi dispiace non riuscire ad entusiasmare tutti!

 
At 7:26 PM, Anonymous Anonimo said...

Buona serata a tutti , ho letto con curiosità i commenti recensiti a proposito della serata di sabato 5 maggio us >> anch'io ho avuto la fortuna di cenare alle Robinie sabato scorso degustando il menu "un po' oltre" , a mio parere se il cliente ricerca una porzione importante non deve scegliere la degustazione ma preferire la carta ...oppure cercare un altro tipo di ristorante . Ho trovato la cucina di Enrico molto equilibrata . è stata una bellissima esperienza da consigliare e ripetere al più presto . Oltre tutto in una serata "da completo" staff all'altezza della situazione e attenzioni che fanno piacere ... ringraziamo Enrico per aver ospitato la ns piccolina di 3 mesi ed averla invitata per la sua "prima pastasciutta" !!!
Gigi Simona la piccola Elisa & Max e Barbara !!

 
At 11:07 AM, Anonymous Anonimo said...

Io non ci sono stato sabato sera,ma la mia esperienza è stata eccezionale.Mi ricorda l'inizio di quei grandi e noti francesi per la posizione e l'ampiezza del gusto dei nostri super italiani.In bocca al lupo giovani messia dell'Oltre Pò!
C.B.

 
At 3:45 PM, Anonymous Anonimo said...

Caro Enrico, ho apprezzatro molto le Sue risposte, ma mi permetta di rimanere sulle mie posizioni. Mio fratello è stato da Lei il lunedì di Pasqua a colazione, ha preso il menu un po' oltre, e mi ha vivamente consigliato di venirLa a trovare. Ed io volentieri l'ho ascolatato. Dopo l'esperienza di sabato gli ho chiesto come erano le porzioni e lui mi ha detto testualmente: normali, abbiamo rinunciato al dolce perchè eravamo sazi. Be', io forse non so interpretare i termini scarso e normale, ma le nostre erano veramente dei quantitativi irrisori. Non siamo dei mangioni, ma neppure ci piace trovare dei battiti d'ala nel piatto.
Non ricerco la porzione importante, ho mangiato menu degustazione in tantissimi ristoranti, anche con nomi altisonanti, ma le garantisco che non ho mai avuto a che dire sulle quantità. Tornando al foie gras, le assicuro che era veramente bruciato, nel piatto ho lasciato la parte non edibile, ma sicuramente nessuno se n'è accorto. Non mi è comunque sembrato il caso di fare polemiche.
Le assicuro che al termine della serata non siamo andati a mangiarci una pizza e non ci siamo fatti un piatto di spaghetti, però siamo rimasti molto delusi. Ma non delusi dal cibo, ritengo che Lei sia uno chef veramente in gamba, con grandi potenzialità. Sappia comunque che ci rivederemo, voglio ritornare e riprovare, sicuramente sarò ricompensato.

 
At 2:47 PM, Anonymous Anonimo said...

A presto!
Enrico

 
At 2:49 PM, Anonymous Anonimo said...

e la ciambella riuscì col buco;)

 
At 3:17 PM, Anonymous Anonimo said...

ieri sera mi sono recato in compagnia di amici allo scopo di passar una bella serata e cosi' e' stato il cibo e' ottimo ben curato ingredienti di prima qualita' il servizio e' ottimo(veramente in gamba la ragazza che coordina la sala),il cliente e'veramente coccolato
Se devo fare una piccola osservazione la farei sulle quantita',basterebbe creare un'altra tipologia di menu(es carta dei golosi)x chi gradisce "immergersi" un po di piu' nel piacere del cibo.
Fantastica la lista delle birre,una ottima giovane e spregiudicata alternativa.
1000 grazie allo chef enrico per la magnifica serata.

 
At 2:09 PM, Anonymous Anonimo said...

Leggo i commenti sui ristoranti solo dopo averli provati.
Sono rimasto quindi allibito nel vedere tutti questi giudizi entusiastici sulle Robinie
Trattasi di tipico ristoante "gonfiato" dalla critica e quindi automaticamene dal pubblico che non puo' certo andar contro ai grandi critici del gusto
Ho provato la lingua, stopposa e fibrosa, il gran fritto, asolutamente scadente ed infine le acidita' come dessert, senza infamia ne' lode. Buona la carta dei vini
Servzio OK anche se un po' troppo freddo come del resto l'ambiente
Che dire ? Lo chef ha sicuramente margini di migloramento, ma attualmente non merita assolutamente le lodi sperticate sui siti ne' sulla stampa nazionale.
Il sospetto fondato e' che con lo sponsor che si trova alle spalle tutte le porte si aprono piu' facilmente.
Giudizo finale: GRANDE BUFALA !

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Sponsored by; (Gold Sponsor)
Sponsored by; (Silver Sponsor)