giovedì, luglio 20, 2006

Ristorante GREF Food&Charme - Milano (MI)



Provato a Pranzo Mercoledì 19 Luglio 2006

Continuano le tappe del "tour" pranzi Milanesi.

Al Gref trovo il Patron Roberto Gruttadauria ex Consulente Ernst & Young che realizza il sogno di molti altri Manager...

E lo Chef Fabrizio Ferrari (Pavese di 41 anni) con esperienze internazionali
che ha sostituito di recente lo Chef Edoardo Ferrera ..un passato al Don Carlos (Milano).

Fabrizio ... lo vedo lavorare attraverso la finestra a vista sulla Cucina coadiuvato da un altro paio di cuochi in staff, mi colpisce il "mestiere" e la cura con la quale "impiatta" tutti i i piatti compresi i miei "banali" spaghetti. Sicuramente una mano esperta , umile e di sostanza.


Uno "scorcio" della sala
Un locale piccolo, niente sfarzi , ma accogliente, forse i tavoli un po troppo vicini , per una trentina di coperti.



Mise en place
Essenziale ma curata, per il pranzo (segnalo presenza piattino portapane ;-) ).
Viene proposta la scelta per i bicchieri del vino ... classici a stelo , o Riedel (Gaja)



Pane
Due sole tipologie. decisamente migliorabile il numero di varianti.
(voto 5,5)


Menù
Abbiamo diverse opzioni alla carta e con menù definiti..

Vi sono infatti alcuni menu Degustazione : Mare (60 euro), Terra (50 euro), Vegetariano (40 euro)

Per il pranzo : menu sandwich (15 euro), business lunch (25 euro), nonché la soluzione unica (18 euro)(un piatto che Fabrizio confeziona ogni giorno sulla base dei prodotti del mercato).

Io che NON sono in "missione" Altissimo Ceto! ;-) ma Check Tour Pranzi Milanesi scelgo...
Business Lunch a 25€
include una bevanda a scelta, dessert e caffè

Abbinamento Vino;
Mi viene proposto un Pinot Nero vinificato in bianco dell'oltrepò Pavese "Villa Giardino"

Carta vini;
Curata in collaborazione con Fabio Scarpitti che nella selezione ha privilegiato 150 etichette italiane, tra piccoli e medi produttori. che tende a valorizzare l'italia.
Organizzata per Regioni.
A mio parere troppo "easy" per un locale "ambizioso" come lo vuole il Patron
(voto 5,5)



Spaghetti al pomo fresco e basilico
Spaghetto classico, perfetto.
(voto 7)

Cassoulet di pesci del giorno
Riscontrerò.. Ombrina , Orata e frutti di mare
Oggettivamente un piatto impegnativo.. per la stagione e per il mezzogiorno, discreti gli abbinamenti, ma anche per la temperatura (corretta) ho comunque faticato.
In abbinamento dei crostini di pane tostato.
(voto 6,5)




Foto dettaglio Cassoulet di pesci del giorno


Baccalà in diverse preparazioni
Ogni tanto si dice... capiti al posto giusto nel momento giusto, un tavolo di "Gourmand" vicino al mio aveva organizzato un orizzontale di Baccalà... 4 diverse preparazioni...

- Carpaccio Baccalà salsa aioli vegetale
- Brandacujun (Brandade)
- Vicentina
- Agghiotta

Il Patron ci ha tenuto che partecipassi con un piccolo assaggio...ben venga!
Premetto ..non sono un amante del Baccalà (voto 6,5)



Torta Chantilly ai frutti rossi
Un classico eseguito con rigore e semplicità.
(voto 6)
in abbinamento mi viene presentato un Moscato "Terre Antiche"
(voto 6)


Foto dettaglio dessert

Caffè
Classico da Bar "commerciale"
(voto 6)
Nessuna coccola.. nessuno sfizio.. (piccola pasticceria, chiedere troppo.. ma un cioccolatino un biscottino..) alle volte basta così poco per far contenti noi "golosi".


Il Conto;


Menù 25€ Business Lunch
Comprende Pane e Coperto
Acqua
Vino
Baccalà e Moscato offerti

Totale 25€



Note Positive;
Una cucina Espressa , gestita da mani esperte e di "mestiere" non posso esprimere un parere sui piatti della carta e mi riservo una Cena per completare la valutazione, tutto sommato comunque per il pranzo a 25€ una soluzione accettabile in relazione al rapporto qualità prezzo.


Note Negative; Dettagli
Il Patron che da del lei... (ho ascoltato un dialogo alla finestra sala / cucina) allo Chef ... non fa gruppo non fa "squadra" , magari è la norma di fronte ai clienti, una scelta.. ma mi aspetto questo a partire da un "bistellato" dove magari è lo Chef che pretende da TUTTI che gli si dia del lei... ;-))



Conclusioni; (tbd)
Un locale da approfondire per verificare il "servizio" e la cucina alla carta per la cena,
per il momento mi limito ad esprimere un giudizio sostanzialmente comunque di buona soddisfazione. Chiaramente però vi segnalo , ma credo si sia capito... un esperienza per il momento priva di emozione e di "trasporto", che devono contraddistinguere questo genere di locali.
Ma del resto da un piatto di spaghetti e una zuppa di pesce , cosa dovevo pretendere...

Attendo la cena per riscontrare questi elementi sui piatti "Progettati" e vi farò sapere.



Foto Ingresso (Parcheggio scomodo...) il Patron mi segnala convenzione con vicino
Parcheggio a Pagamento.

Per prenotazioni telefonare al numero 02 58104107

Chiuso la domenica e sabato a mezzogiorno.

Orario di apertura: 12.30 - 14.30 / 20.00 - 23.00

GREF Food & Charme
Via Marco D'Oggiono, 6 - 20123 MIlano
Tel. 02.58104107
www.gref.it

10 Commenti:

At 12:07 PM, Anonymous happycook72 said...

passati anche noi ieri sera. Interessanti proposte carne del Cazzamali. assaggiati 6 piaatti in 4 piatti tra cui il crudo molto buono e fresco. unico neo a mio avviso le sarde forse non proprio il massimo ieri. primo vino da dimentacere il secondo da urlo. Lo vedete qui un super pinot nero. http://www.oxenreiter.it/
gentile il patron e preparato il maitre.

 
At 1:01 PM, Anonymous Anonimo said...

ma come chef! non ti è piaciuto il langhe chardonnay?

Una vergogna, mi piacciono i loro baroli, soprattutto il villero,ma quella roba lì da 14,5°...

la carne era una bomba

fa

 
At 1:45 PM, Anonymous Alberto Cauzzi said...

Direi che Roberto Gruttadauria ha trovato la quadratura del cerchio. Io ieri sera sono stato molto bene. Cucina onesta, ben eseguita, non pretenziosa ma ottima e con qualche spunto davvero interessante (penso alle cotture delle carni troppo spesso non all'altezza invece qui perfette) come le linguine brunite cozze e aioli veramente ottime.

 
At 2:21 PM, Anonymous happycook said...

si si c'eravamo tutti e tre e insieme

 
At 9:14 AM, Anonymous oloap marchi said...

il Don Carlos di Edo Ferrera NON ha mai avuto la stella e il voto che ebbe al debutto sul Gambero Rosso faceva gridare allo scandalo, dato sulla fiducia perché il posto aprì ufficialmente dopo la chiusura della guida e Perrotta andò sulla fiducia verso un cuoco che stima moltissimo e che quindi votò qualcosa come 82/100 (putroppo devo andare a memoria, cmq due forchette) esattamente come Cracco-Peck e se ricordo bene Sadler ovvero professionisti assoluti e non venditori di fumo e parole al vento

 
At 9:41 AM, Blogger ViaggiatoreGourmet said...

mea Culpa Paolo... vedi a NON verificare puntualmente le "fonti" adesso segnalerò a mia volta dove avevo recuperato questa info.
Credo sul sito Gref... ;-)

Grazie mille.
Ciao.

 
At 10:24 AM, Blogger ViaggiatoreGourmet said...

NO... il riferimento ERRATO allo Stellato Ferrera ho cercato bene.. l'avevo letto su una recensione nel portale ILMANGIONE.IT ho segnalato ad Andrea Guolo (Direttore) che provvederà a correggere pure lì.

Scusate!

 
At 11:48 AM, Anonymous Alberto Cauzzi said...

Beh Oloap a sentire lui era pure grande pittore e secondo di Marchesi. Anch'io ho un amico che ha lavato i piatti da Marchesi e si definisce un Marchesi Boy :-)
Non mi stupirei se la voce della stella l'avesse messa in giro lui. Abilissimo a vendersi ma ai fornelli mamma mia !
Ripeto, Roberto Gruttadauria si merita di vedere sempre pieno il suo locale per l'impegno e la passione che ci mette.

 
At 6:54 PM, Anonymous Anonimo said...

Alberto, forse secondo di Rino Marchesi...

 
At 11:09 AM, Anonymous Viro said...

Sono stato al Gref. sabato sera.
giusdizio tutto sommato pisitivo, con un'ottima carta dei vini. abbiamo asasgiigato un barolo 98 niente male. io ho sceonto, a differenza degi altri commensali che hanno scelto alla carte, il menù carne con un risotto nienet di speciale ma con una rivisatizione dell'osso buco davvero azzeccata.

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Sponsored by; (Gold Sponsor)
Sponsored by; (Silver Sponsor)