mercoledì, settembre 13, 2006

Ristorante La Piazzetta - Ferno (VA)




Provato a Pranzo Venerdì 8 Settembre 2006

Nuova Stella Michelin 2006 quella guadagnata dallo Chef Maura Gosio che gestisce questo locale con il marito Andrea Corradi che "governa" la sala nel ruolo di Patron & Sommelier.

Le altre guide 2006 viceversa sottovalutano il locale a partire dall'espresso con 14/20 , e Gambero Rosso con un 80 (cucina 48)


Uno scorcio della sala, per un ristorante ricavato all'interno di un ex convento del '600.
Davvero un eleganza di impatto, nel rispetto della tradizione, che a mio parere inizialmente può creare qualche disagio, per via della troppa "austerità" che vi si respira.
Ma come spesso capita , bastano un paio di bicchieri di vino e la cordialità del Patron per farti sentire come a casa ;-)


Mise en place
Formale , molto "pesante" con le tre forchette in partenza..
preferibile un rimpiazzo durante l'alternanza dei piatti a mio parere.
Posateria Piazza e Sambonet , Ichendorf i cristalli.


Menù
Ve lo riporto come sempre integralmente...

Piatti d'entrata
Polpa di cappesante al burro di arachidi, bottarga e olio alle nocciole 22€
Cipolla di tropea caramellata con baccalà mantecato e crema di tartufo 25€
Cappuccio di porcini, spiedino di Cappesante e pane fritto 22€
Scampi crudi, Yogurt greco al te verde, spinacini al balsamico 30€
Vitello tonnato 18€
Bourguignonne fredda di fassone piemontese 25€
Cubi di fegato d'anatra marinato al whisky torbato e fichi speziati 30€

Primi Piatti
Merluzzo salato da noi, panzanella, nido di tagliolini al nero 25€
Gnocchetti alle olive taggiasche , piovra e pomodori pachino 25€
Carbonara 18€
Ravioli alla zucca , finferli e lumache 22€

Secondi Piatti
Rombo in porchetta e uva regina 30€
Scaloppa di Branzino a vapore, maionese al curry e zucchine marinate 30€
Tagliata di tonno, pomodori confit, insalata di sedano all' olio d'acciuga 28€
Cubi di spada con peperoni friggerelli 25€

Rotolo di maialino da latte , patate al timo 30€
Filetto, scaloppa di foie gras e porcini 30€
Guancia di vitello, polenta morbida al rosmarino 22€
Petto d'anatra , prugne secche e mosto d'uva 25€



Carta dei vini;
Decisamente ampia e di "livello"
(16/20)


Abbinamento Vini; (mi farò guidare al bicchiere da Andrea)


Champagne Jacques Selosse Brut
Per tutte le cuvée che Selosse produce, utilizza vini di tre annate differenti, assemblati con le seguenti percentuali: 45 - 55% dell'annata recente, 30-35% dell'annata precedente e 15-20% dell'annata di due anni.
Brut Initial - Blanc de Blancs - Grand Cru 100% Chardonnay E' un vino composto da tre annate successive con invecchiamento sui lieviti in bottiglia di almeno 2 anni e mezzo, durante i quali le bottiglie vengono spostate e nuovamente accatastate in cantina due volte, rimettendo in sospensione i lieviti e favorendo la maturazione, poiché andranno in bottiglia dopo il dégorgement à la volée solo quando il produttore capirà che il vino è maturo al punto giusto.

Boccia a 80€ in enoteca

Ottimo prodotto! "Qualcuno" dice addirittura il miglior Champagne per rapporto qualità/prezzo in assoluto.



Kolbenhof Gewurztraminer Hofstatter 2005

Dal colore paglierino-oro cristallino e profondo. Ha un naso complesso, ma al tempo stesso dolce, floreale, fruttato e speziato. Estrema concentrazione e tipicità aromatica, con le classiche note di cedro candito, accompagnato da note tropicali di banana e papaia. Di grande impatto.

"Boccia" da 18€ in enoteca.


Pouilly Fumé, Baron de L, Ladoucette, 1997

Vinificato ed affinato in acciaio, è un Sauvignon strutturato e di lenta maturazione dove domina il fruttato e l'aroma di fiori bianchi.

Grande vino!

Dal colore dorato-verde pallido ha una considerevole intensità al naso con una gamma di aromi dove si riconoscono gli agrumi floreali, i fiori bianchi, ed il pompelmo bianco. Il sapore è piacevole, con una buona rotondità al gusto di frutta di pere, mele verdi e agrumi, che viene amplificato dalla complessità minerale tipica di questo vino.

"Boccia" a 80€ in enoteca.



Pane
Vasto assortimento, forse leggermente "umido".
Ottime Focaccine con pomodorino, pane erbe con rosmarino, con papavero.

Si parte!



Entree di benvenuto
Funghi porcini con guanciale di branzino al vapore e il suo fegato
Un ottimo avvio, per "sintonizzarsi" sulla mano della signora Maura
(15,5/20)


Cipolla di tropea caramellata con baccalà mantecato e crema di tartufo
Ma che gran piatto , un ottimo assemblaggio per un ottima intersezione coordinata di sapori.
Si sente tutta la mano di una donna ai fornelli, per un piatto omogeneo nei sapori e privo di spigolosità e contrasti al palato.
(16,5/20)


Bourguignonne fredda di fassone piemontese
In accompagnamento una salsa tonnata, cocktail, tartara, ketchup
Io ho preferito limitarmi ad un accostamento Sale e Pepe di Sechuan , presenti sul piatto e di ottima qualità.
Le salse che in ogni caso ho assaggiato non mi hanno particolarmente entusiasmato, probabilmente non sono realizzate in casa.
In ogni caso un piatto decisamente stimolante, pulito e coerente.
(15/20)


Ravioli alla zucca, finferli e lumache con una spolveratina di pan brioche
Un piatto importante, impegnativo. Non il massimo la presentazione , l'ho trovato troppo ricco.
(14,5/20)

Scaloppa di Branzino a vapore, maionese al curry e zucchine marinate
Grande materia prima, ottimamente rappresentata, grandi equilibri in cui ritrovo la cuoca rosa.
(15,5/20)


Foto dettaglio Branzino



Pre-Dessert; Crema cotta
Sui dolci ottime mani, lo si capisce da questo piccolo assaggio.


Tiramisù
Una loro rivisitazione, caffè portato a consistenza di mousse, con biscotti al cioccolato
Un Grande Dessert, divertente al palato per il gioco di consistenze.
(17/20)


Souffle al cioccolato, con millefoglie all'albicocca
Un grande classico, ben eseguito.
(15/20)


Per "tranciare" sui dolci, mi viene servito un discreto Porto Sao Pedro 10 anni.


Caffè
Una carta dedicata, per un ottima selezione
(17,5/20)



Qualche coccola di buon livello.

Il Conto;

Menù Degustazione & Vini

Totale 130€


Una vista della sala con camino.

Note Positive;
Una cucina d'autore, decisamente apprezzabile per Maura, vera autodidatta, che con applicazione e sacrificio oggi ci rappresenta una cucina della tradizione esemplare, pulita omogenea con una mano chiara ed uniforme. Dopo i primi due piatti (Entree e Cipolla caramellata) la mano della cuoca rosa era talmente evidente, oltre che di grande livello, che potevano tranquillamente sembrare usciti dalla cucina della signora Luisa Valazza del noto Tristellato "al Sorriso".

Note Negative; Dettagli
Aggiungerei qualche fiore fresco per portare colore e abbassare i toni davvero troppo "austeri",
alleggerirei la Mise en Place di partenza 3 forchette di quella importanza appesantiscono , con un rimpiazzo graduale della posateria.


Conclusioni;
La stella è del tutto meritata, grande impegno / applicazione e passione da parte dei coniugi Corradi. Classe e buon talento per Maura, competenza e "mestiere" per Andrea.
Sicuramente un locale "formale" dove trovare una cucina classica della tradizione, dove la materia prima, non viene "mortificata" , come spesso accade quando gli chef vanno alla ricerca di mode e nuove tendenze al solo fine di realizzare un design di grande impatto in fase di presentazione.



Foto Maura Gosio con VG.

Altissimo Ceto! per tutta la Famiglia Corradi e lo Staff della Piazzetta!


Ristorante La Piazzetta
21010 Ferno (VA)
Piazza Mon.s Bonetta , 3
Tel. 0331.241536
Chiuso il Lunedì

13 Commenti:

At 7:10 PM, Blogger massimo sola said...

brava Mauraaaa

 
At 10:38 AM, Blogger velavale said...

grande viaggiatore gourmet
un'altra splendida recensione
però non sarebbe ora che i grandi chef la smettesero con questo tortino al cioccolato fondente che è oramai ovunque come la rucola ??

 
At 4:29 PM, Blogger ViaggiatoreGourmet said...

Grazie VelaVale,

Condivido... ma si sa il cioccolato piace.. e quindi a domanda corrisponde offerta.
Ti segnalo piuttosto una variazione sul tema un tortino all'arancia eccelso degustato ieri a pranzo dalla famiglia Santini (dal Pescatore) segue a breve rece... ;-)

 
At 8:49 AM, Blogger velavale said...

attendiamo con impazienza questa tua recensione con una bella foto del tortino all'arancia !!!

 
At 1:06 PM, Anonymous Anonimo said...

Bella recensione come sempre e ottime le foto; gradirei sapere il costo del degustazione perchè, avendo bevuto Selosse e Pouilly spesso in carta a cifre altine, non riesco a capire se hai avuto un trattamento particolare o normal.
ciao
bollicine

 
At 5:11 PM, Blogger ViaggiatoreGourmet said...

Sorry Bollicine... mi sono affidato a loro per degustazione completa cibo e vino e non ho proprio guardato il costo sul Menù...

 
At 8:06 PM, Anonymous Anonimo said...

Grazie ugualmente.
Sei sempre un riferimento.
bollicine

 
At 5:45 PM, Anonymous maurizio medaglia said...

Una meritata stella in quel di Varese e provincia ( idem per il Battistoni del Shuman... ): Maura e consorte, con figlia al seguito, propongono una "cucina delle nebbie" mai annebbiata!
Condividiamo le lodi del "viaggiatore g."
Il varesotto è terra notevolmente cresciuta,ristoratoriamente parlando,negli ultimi due lustri: un tempo imperavano solo i Brovelli ( Sole di Ranco ) e il Venanzio d' Induno Olona; ora, anche se tra alti e bassi,c'è l'imbarazzo della scelta: sperando che nessun molli e che tutti crescano ulteriormente.

 
At 5:27 PM, Anonymous maurizio medaglia said...

La brava Maura Gosio m'ha rammentato che nella vicinissima Fagnano Olona sfornella un'altra chef degna di nota:la Luisa Menzaghi che col fratello Vittorio (in sala) gestisce da molti anni il ristorante omonimo ('Menzaghi');senza superflue retoriche sessiste:evviva le cuoche !!! PS.Un luogo non da guida astrale ma certamente, bibendum a parte,non trascurabile per 'gastronauti',gamberirossi,critici espressi e'viaggiatori g'.L'universo non è fatto solo di stelle ma anche di pianeti:non brillano ma sono abitabili; uno di questi è 'Menzaghi'...

 
At 6:31 PM, Anonymous Anonimo said...

sono stato una sera a cena..eravamo solo in due.
prezzo elevato, mangiare non eccelso.

 
At 1:51 PM, Anonymous ilmarkino said...

Provato a cena ieri sera ,sabato 6 Gennaio 2007 (occasione:anniversario)
Locale, davvero carino a parte qualche accostamento nell'arredamento non troppo azzeccato (deformazione professionale di arch.). Avevo letto il commento di "viaggiatoregourmet" e mi sono fidato. Favolosa la Bourguignonne fredda di fassone e il Kolbenhof Gewurztraminer Hofstatter 2005 (questo vino è un must per me anche se questa cantina non l'avevo mai provata). Le altre portate sono state decisamente di categoria!!!Giudizio finale: lo consiglierei senz'altro!Per il mio anniversario "c'è stato dentro come un tuorlo d'uovo!".

 
At 7:22 PM, Anonymous antonella said...

ciao viaggiatore, la scorsa settimana sono uscita a cena con mia mamma e, visto che il mio fratellino arrivava alle 11 alla Malpensa, abbiamo deciso di provare "La piazzetta".Rilassante il posticimo e poi due donne sole, sono state ben coccolate dal Sciur Corradi, dico sciur in quanto sembrava di essere nella piazza poco distante... correva qua e la , tra i tavoli, chiacchierando e spettegolando, in modo tale che tutti gli ospiti del suo localino sentissero cosa si diceva.... Pagiato non male, e bevuto bene...ma la notte passata insonne... pesantuccia la cucina! Sia io che la mamma...ed abbiamo provato cose diverse...
La sera dopo avrei voluto stare a casa...ma come dire di no al mio fidanzato che aveva prenotato al Sole di Ranco ?????

Tutto un altro mondo...bellissimo piatti perfetti servizio quasi impeccabile...un sogno.... e la notte dormito come un angioletto !

Non c'e paragone...

W il Sole

 
At 9:55 PM, Anonymous Anonimo said...

Abbiamo organizzato il rinfresco del nostro matrimonio;è stato un pranzo da fate!!pazzesco!
Qualità eccelsa,grande Baffo!!!Grande Maura!
Boris e Marzia 04/09/04

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Sponsored by; (Gold Sponsor)
Sponsored by; (Silver Sponsor)