sabato, maggio 05, 2007

Ristorante MA.RI.NA (Marina) Olgiate Olona (VA)




Provato a Pranzo Domenica 1 Aprile 2007

Pino Possoni dal 1973 porta avanti con grande riscontro di clientela, il Ristorante MA.RI.NA che prende il nome dalle iniziali delle sue tre sorelle. Un locale che dal 1997 si vede confermata la prestigiosa stella Michelin, per la guida Espresso 16/20 mentre per quella del Gambero Rosso purtroppo non esiste...

In sala Davide Possoni (figlio di Pino) nel ruolo di Sommelier, coadiuvato da Barbara al servizio nel ristorante da oltre 20 anni.. avrà iniziato che andava ancora alle elementari considerata la giovane età.

In cucina la sorella di Pino, Rita con il nipote Giorgio, giovane e laureato a cui è stata affidata la responsabilità della cucina, affiancato dalla grande esperienza di Giorgio Bertani 18 anni vissuti nella cucina del MA.RI.NA.


In foto uno scorcio della sala, per un atmosfera calda , accogliente anche se nel pieno stile del lusso oramai "datato", con qualche sovrastruttura di troppo.


Mise en place
Posateria "Unbrand" Cristalli Riedel


Menù

Io mi lascerò guidare nel solito percorso a Mano Libera, per consentirvi un ampia panoramica dei piatti, di seguito come al solito la carta in versione integrale;


Gli Antipasti Crudi

Gamberi rossi di Sicilia con passata di Cipolline E 25,00
Tartara di Merluzzo fresco con Olio e Capperi E 25,00
Fettine di Ricciola con Olio extravergine “U Trapittu” E 25,00
Aragosta con Pomodorini secchi e Capperi E 31,00
Mosaico di Pesce crudo e Crostacei E 30,00
Capesante con crema di Formaggi freschi E 25,00
Tonno condito con succo di Pomodorini in insalata E 25,00


Gli Antipasti Caldi

Calamaretti con Purè di Patate al nero di Seppia E 23,00
Capesante in crosta nera e Pomodorini alla Catalana E 25,00
Polpo con Polentina di Ceci, Cipolla
e semi di Papavero E 23,00
Insalata Calda di Pesce e Crostacei
all’Olio e Limone E 30,00
Zuppetta di Pesce sgusciato con Farro E 23,00
Tagliatelle di Seppia con Funghi E 25,00


I Primi Piatti

Farfalle con Capesante, Zucchine, Ricotta e Tartufo E 26,00
Gnocchi di Fagioli con Astice sgusciato e Pomodoro E 26,00
Ravioli colorati ripieni di Scorfano con aromi e Bottarga E 21,00
Tagliolini neri con Calamaretti Spillo, Scalogno e Peperoni E 26,00
Risotto con Gamberi, fiori di Zucca e Zafferano E 21,00
Spaghettoni con Crostacei, Vongole Veraci e Olive E 26,00
Tagliolini all’Aragosta E 31,00


I Secondi Piatti

Fiori di Zucchina ripiena di Ricciola con Patate arrosto E 25,00
Rosticciata di Astice con Patate alla Santoreggia E 30,00
Aragosta alla Catalana E 31,00
Filetto di Scorfano in Guazzetto E 28,00
Scampi al Curry e Patate E 40,00
San Pietro arrosto con Zucchine E 28,00
Ricciola al forno con Funghi E 28,00
Frittura di piccoli Calamaretti e Crostacei E 35,00
Calamaretti Spillo con Asparagi grattugiati E 35,00


I Menù Degustazione

Degustazione 7 Portate E 105,00
Degustazione 5 Portate E 90,00
Solo Pesce Crudo 7 Portate più Dessert E 100,00



Dessert

Millefoglie con Crema Pasticcera
Ciliegie cotte con Cioccolato, Uva Passa e Gelato
Meringhe con Nocciole e Cioccolata bianca
Sfogliatine di Mele calde su letto di Zabaione
Crema di Vaniglia con Fragoline di bosco
Torta di Mele rovesciata
Torta al Cioccolato
Fichi cotti al Fragolino con Gelato al Mosto d’Uva
Piccola torta al Limone con Pere e Cioccolata
Bignè ai due Cioccolati
Euro 12,00


Degustazione 4 dessert assortiti
Euro 15,00

Carta dei vini;
Bianchi Nazionali in evidenza.
(voto 15,5/20)


Abbinamento Vini; (scelgo di farmi accompagnare al calice)


Aperitivo Champagne Dehours Brut



Pane
Vario e discreto.

Si parte!


Passata di pomodori datterini con fragoloni, legati con aceto balsamico olio e sale, pepe di sechuan, gamberi leggermente marinati.
(++)

Carpaccio di cappesante, su una crema di robiola e caprino, allungata con panna e aceto balsamico , olio extravergine.
Al palato assoluto Equilibrio!
(16/20)

Collio Pinot Bianco di Venica


Scampo fresco, con le chele "disossate" , emulsione olio extravergine , melata di abete e aceto balsamico.
Freschezza e riscontro per un emulsione a valorizzare ed "insaporire" una grandissima materia prima.
(16/20)

Mazzancolla siciliana , olio “U Trappitu”, sale rosso hawaii, emulsione mandarino con pepe aromatico
Altro gioco di equilibri e stimoli al palato.
(16/20)

Aragosta a Metà , estratta la polpa , tagliata a cubetti e reintegrata nel suo carapace con olio e capperi. Emulsione al contorno ,pomodorini datterini secchi frullati, capperi frullati e aceto balsamico.
Un emulsione a tre livelli... per bilanciare ed equilibrare a piacere.
(16,5/20)

Gamberi rossi Siciliani, con una passatina fatta di cipolle scottate/strizzate/ spadellate con sauvignon e aceto bianco, poi frullate con olio extra vergine.
Ottimi.
(16/20)

Ricciola e Tonno condito con succo di pomodorini, cipollotto fresco e olio.
Grande qualità.
(15,5/20)

Baccalà , dissalato , carote, sedano ,cipolla, patate, latte , profumo di curry...
Intrigante!
(16/20)

Polipo cotto con cipolla e semi di papavero. "Polentina" sotto.. ceci e patate.
Ruffiano ma di carattere.
(15,5/20)

Calamaretti al nero , spadellati appena scottati , patata bollita si rompe la vescichetta del nero di calamari il purè diventa nero , due cotture separate nella stessa pentola... semplice e coerente.
(15/20)


Moeche fritte
Fiore di zucchina e polpa della testa di Ricciola panata.
Si tratta di granchi maschi tenerissimi presi al momento della muta.
Una vera chicca!
(16/20)

Scampi spadellati con foie gras d'anatra.
Zuppa di nocciole tostata leggermente , scalogno, salvia, pizzico di burro, patata e poco sale.
Emozione!
(17/20)

Apianae 2004 Passito secco del Molise

Sfogliatina di mela calda con zabaione, torta sfoglia con crema pasticcera, fragoline , bignè ai tre cioccolati (latte, amaro) , arance candite.
Ottime preparazioni.
(16/20)


Qualche coccola per veri GOLOSONI!


Piccola Pasticceria , Vintage.

Gelato al fiordilatte ricetta MA.RI.NA (latte e panna) con fragoline di bosco
Un gelato di altri tempi che non potete perdervi!
(17/20)

Il mio caffè preferito (Blue Mountain).

Il Conto;

Ci si diverte a partire da 100€ per il mio percorso preventivatene almeno 150€



In foto Pino, Rita, Barbara, VG.

Note Positive;
Pino Possoni è il Patron da prendere a modello, ottimo comunicatore, umile, elegante nei modi trasmette alla sala una sensazione di regia e governo assolute interagendo con trasparenza ed equità con tutti i suoi ospiti. Molti tavoli dispongono volutamente di una sedia in più rispetto ai coperti predisposti, è la sedia "tattica" del patron che arriva, si accomoda e intrattiene i suoi ospiti.
Grandi materie prime per una cucina classica di pesce semplice ma tra le migliori mai riscontrate. Materia prima assoluta protagonista con emulsioni e salse abbinate strepitose.



Note Negative; Dettagli
Nulla da segnalare.


Conclusioni;
In un momento di grandi eccessi dove qualche Ristoratore "arrivato" trasforma il proprio ristorante in una chiesa (inteso come luogo di culto per i suoi piatti) con regole, divieti e paletti per i suoi ospiti, da Pino Possoni troviamo la formula del ristorante perfetto.
Semplice , accogliente, dove fortunatamente è ancora il cliente ad essere al centro, e dove non troviamo Chef posizionati su improbabili piedistalli. Una cucina tradizionale che non segue le mode e le tecniche più sofisticate dove coerentemente è la materia prima ad essere assoluta protagonista in tavola.
Umiltà, mestiere, onestà e rispetto per il cliente, questa è la formula di Pino Possoni per avere un ristorante sempre esaurito ogni sera, ogni settimana, da qualche decennio...

Bravi!

Altissimo Ceto per la Famiglia Possoni esteso a tutto il loro Staff!




Ristorante MA.RI.NA di Possoni Rita
Piazza S. Gregorio ,11
21057 Olgiate Olona (VA)
Tel. 0331.640463 - Abit. 0331.640445
ristorantemarina@libero.it
Aperto solo la sera.
Chiuso il Mercoledì
Domenica e festivi aperto tutto il giorno.

Etichette: , , , , ,

17 Commenti:

At 11:32 AM, Anonymous Anonimo said...

Ci tenevo ad essere il primo a congratularmi con Pino e tutto lo staff de MA.RI.NA. Hai già detto tutto tu, VG... sono davvero eccezionali, come professionisti ma soprattutto come persone! Chapeau per chi, in quel della ns. provincia, ha contribuito a gettare le "basi" di una ristorazione di livello.
Massimo Sola

 
At 3:04 PM, Anonymous Anonimo said...

molto concreto.
ottima selezione di materie.
semplicita'.

bravo vg bel ristorante.

M.U.

 
At 11:41 PM, Blogger il maiale ubriaco said...

Queste Moeche fritte devono essere una vera esperienza, che acquolina...
Se limassero un poco poco i prezzi sarebbe davvero un posto eccellente;-P
Alla vista sembra ottima anche la pasticceria...

 
At 12:28 PM, Anonymous Guido1955 said...

Sono molto contento della tuo articolo su MA.RI.NA. perchè, come spesso accade, i tuoi giudizi conincidono perfettamente con i miei!!!!
E' da tempo che frequento questo locale che secondo me è il migliore nella zona di Milano per il pesce, mi dispiace che le Guide nostrane, Gambero Rosso in primis, lo snobbino. Per quanto riguarda il prezzo, ha mai provato l'amico maiale ubriaco a fare la spesa in pescheria!!!!!!!Concordo il giudizio positivo sulle Moeche fritte, buone così le ho mangiate solo a Venezia da Fiore.

 
At 10:27 PM, Anonymous Sara said...

Volevo farti i complimenti questo blog è davvero sfiziosissimo...mi piacerebbe anche a me poter girare in questi fantastici ristorantini e assaggiare le piccole e raffinate invenzione di chef originali...fantastico!!!

Sara

 
At 1:50 PM, Blogger Giovanna said...

mi aggiungo a sara ti faccio tanti complimenti anch'io! bel blog davvero!

 
At 1:31 PM, Anonymous Anonimo said...

Hai fatto un ottimo "servizio" suq uesto ristorante che io frequento da diversi anni ormai e ogni volta esco soddisfatto (è vero i prezzi non sono bassi, ma paghi volentieri per pranzare/cenare così e soprattutto la carta vini è varia e senza esagerazioni di prezzo) le moeche sono fantastiche così come il pesce castagna crudo (lo consiglio)

 
At 9:51 AM, Anonymous Anonimo said...

Rivedo le foto e, come d'incanto, riassaporo aromi e profumi di quei piatti deliziosi. Complimenti per l'articolo che descrive realisticamente atmosfere e senzazioni di quello che reputo il miglior ristorante di pesce in assoluto.
Daniele

 
At 9:47 AM, Anonymous maurizio medaglia said...

E' da molto che non frequento MA.RI.NA.:in tutta onestà,ottima cucina di pesce ma a "prezzi parigini" in quel di Olgiate Olona...Ora è vero che Montale,quello degli "Ossi di seppia",passando di lì dedicò una sua lirica ad una ignota "Signora di Olgiate",ma era di passaggio... Dovrebbero trasferirsi in luogo più consono alla qualità delle loro proposte e abbassare un pò i prezzi:lo sostengo comparativamente e a ragion veduta e avveduta rispetto ad altri locali itticamente orientati in quest'area (varesotto,comasco).MA.RI.NA. era un top in provincia,come il "Sole di Ranco",fino a qualche anno fa:poi,fortunatamente e un pò grazie anche alla loro presenza sul territorio,sono nati e cresciuti anche gli altri (per es. sul pesce "I quattro mori" !).Evviva.

PS.Il Sig.Possoni,cortese e gentile ospite,ha due sorelline nella vicina Tradate con un localino ristoratorio e B&B degno di nota per una sosta senza troppe pretese e a buon mercato.

 
At 1:42 PM, Anonymous davide cattaneo said...

Il ristorante migliore del mondo , o meglio il secondo al mondo , il primo rimane El Bulli , ma il Pino e' piu' vicino alla mia casina ... ed e' anche piu' simpatico dei catalani ...
in Italia , IL NUMERO UNO !!!

Davide Cattaneo

 
At 6:57 PM, Blogger SenzaPanna said...

Bella questa rece, mi era sfuggita.

 
At 1:02 PM, Blogger fedruk said...

Ho mangiato le moeche fritte da MA.RI.NA 5 anni fa e me le ricordo ancora!!!

 
At 4:54 PM, Anonymous Anonimo said...

Ma caro davide,come fai a paragonarmi un Adrià con MA.RI.NA.:sono due cucine ottime ma non confrontabili tra loro.E poi chi dice che El Bulli è N.1 al mondo ? Sei un marketing victim.

Alfio

 
At 3:17 PM, Anonymous Anonimo said...

Ul sciur Pino a lè di quel che ta fan l'inchino ma lè anca un brau mangiagat che ta fa mangià ben.A lè un pò car.

Roby

 
At 4:50 PM, Anonymous MariMari said...

E' la prima volta che scrivo in un blog e per questo ti ringrazio, VG, perché con il tuo articolo mi sei stato di stimolo: come " un gancio"!
Ora, quello che sto per scrivere è rivolto ad alcuni e non a tutti. Gli "alcuni" sarebbero i ristoratori che con i loro squisiti pranzetti creati a pennello con un impeccabile design, (e qui nulla da eccepire), escludono involontariamente (?) dalla loro clientela tutti quelli che per svariati motivi non possono permettersi di pagare un centone, a cranio, per deliziarsi almeno una volta al mese con le magnifiche portate di MA.RI.NA e simili. Anch'io un giorno avrò un ristorantino tutto mio (Spero) e cercherò in tutti i modi di venire incontro ai miei clienti. Per esempio, creando delle salette un pò differenti. Insomma, un ottimo ristoratore DEVE essere dotato di un particolare "savoir faire". Anch'egli è nato da una donna.

 
At 3:50 PM, Blogger taita81 said...

Un ristorante eccelente,ospitale gestito da ottime persone simpatiche e cortesi (Davide mi ha anche consigliato l'olio),oltre alla recensione di VG cosa aggiungere ... andate a provare la loro cucina sono indubbiamente soldi ben spesi!!!
(sono i migliori piatti di pesce che abbia mangiato)
Guidoni Gianluca

 
At 10:47 PM, Anonymous Anonimo said...

è passato più di un anno dall'ultima volta che ho avuto il piacere di mettere piede alla ma.ri.na e ancora oggi a distanza di 7500 kilometri ho il ricordo di tutti i piatti che ho gustato...
appena rientro dal Brasile sono lì da voi e che dire altro il sig. Possoni e Davide sono i numeri 1 in assoluto.
Miki Pousada Calanda Jericoacoara Brasil

 

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Sponsored by; (Gold Sponsor)
Sponsored by; (Silver Sponsor)